Scolosauro (Scolosaurus)

Nome: Scolosauro (Scolosaurus cutleri)
Era: Mesozoica
Epoca: Cretacico superiore
Anni fa: 76,5 milioni
Gruppo: Dinosauria > Ornithischia > Ankylosauridae
Dieta: Erbivoro
Siti di ritrovamento: Stati Uniti e Canada

Lunghezza massima: 6 m
Altezza massima: 1,6 m
Peso massimo: 2 t

Lo Scolosauro era un dinosauro vegetariano vissuto nel periodo Cretacico. Cancellato dai libri per anni, assimilato all'euoplocefalo, nel 2013 è stato rivalutato e riconosciuto come una specie differente, a cui è stato possibile riferire altri esemplari quali un cranio che mancava nel primo scheletro rinvenuto. Lo scolosauro è così diventato uno dei dinosauri corazzati meglio conosciuti, e gran parte delle rappresentazioni di anchilosauri del Nord America sono di fatto illustrazioni di questo animale.
Lungo circa sei metri e largo oltre due, il primo scheletro rinvenuto di questo dinosauro conserva gran parte delle ossa e, caso assai raro, tutta l'armatura composta dalla spessa pelle squamata e dalle piastre ossee immerse in essa, alcune delle quali trasformate in spine. Solo la parte ventrale non aveva particolari protezioni, ma per poter ferire il ventre di uno scolosauro adulto bisognava riuscire a capovolgerlo, impresa ardua anche per un gorgosauro o un daspletosauro. L’estremità della coda era simile ad una grossa mazza tondeggiante e poteva essere utilizzata dall'animale per colpire con forza zampe e musi degli avversari, fino a fratturarli. La piccola testa era munita di un becco corneo sdentato, mentre nel resto della bocca erano presenti denti di piccole dimensioni che fanno pensare ad una dieta basata su essenze vegetali più tenere di quelle che mangiavano i dinosauri con le corna e quelli a becco d'anatra, tra cui le piante grasse che crescevano numerose negli ambienti stagionalmente aridi in cui viveva.
Resti dello Scolosauro provengono dal Canada (Alberta) e dagli Stati Uniti (Montana).