Moscops (Moschops)

Nome: Moscops (Moschops capensis)
Era: Paleozoica
Epoca: Guadalupiano (Permiano medio)
Anni fa: 265-260 milioni
Gruppo: Synapsida > Dinocephalia > Tapinocephalidae
Dieta: Erbivoro
Siti di ritrovamento: Sud Africa

Lunghezza massima: 5 m
Altezza massima: 1,5 m
Peso massimo: 400 kg

Il Moscope era un grosso quadrupede che visse verso la metà del Permiano.
Raggiungeva i due metri e mezzo nonostante la coda molto corta, e aveva le braccia più lunghe delle gambe, che rendevano il dorso inclinato dalle spalle al bacino: questa caratteristica implica che l'animale si nutrisse di arbusti e di cespugli piuttosto che brucare al suolo. I denti erano molto grandi e sporgenti nella parte anteriore del muso, adatti a recidere, mentre erano più piccoli e appuntiti nella parte posteriore della bocca, fatti per tagliuzzare.
La caratteristica principale di Moschops era però quella di avere ossa craniche ispessite e molto robuste, che lo rendevano capace di fare a testate. Questo comportamento poteva servire come estrema difesa, ma soprattutto nelle lotte per il territorio e per la conquista del partner. La sua andatura doveva essere lenta ma una volta adulto doveva temere solo i predatori più grandi, come i feroci gorgonopsidi.
Scheletri anche completi di questo animale sono stati trovati in Sud Africa nel famoso giacimento del Karoo.