Inostrancevia (Inostrancevia)

Nome: Inostrancevia (Inostrancevia alexandri)
Era: 
Paleozoica
Epoca: Lopingiano (Permiano superiore)
Anni fa: 259-254 milioni
Gruppo: Synapsida > Synapsida > Gorgonopsidae
Dieta: Carnivoro
Siti di ritrovamento: Russia

Lunghezza massima: 4 m
Altezza massima: 1,5 m
Peso massimo: 500 kg

Inostrancevia era un temibile predatore vissuto nel periodo Permiano, appartenente a un gruppo di animali che si colloca sulla linea evolutiva che ha portato ai Mammiferi; il suo nome è dedicato al geologo russo Aleksandr Inostrantsev. Anatomicamente a metà strada tra un Dimetrodonte e i Cinodonti che sarebbero comparsi successivamente, aveva arti più forti dei suoi antenati, la mandibola più semplice ma al contempo robusta nella sua architettura, e la dentatura più varia, con due coppie di poderosi canini simili a pugnali, che lo rendevano molto pericoloso per gli altri animali, e denti più piccoli ma altrettanto acuminati per incidere e tranciare. Il cranio, da solo, poteva raggiungere i 60 cm e i canini superiori sporgevano dall'osso per 7-8 cm, e avevano una radice altrettanto lunga.
L'Inostrancevia viveva negli ambienti aperti ed era ai vertici delle catene alimentari, capace all'occorrenza di abbattere anche i grossi pareiasauri erbivori come lo Scutosauro, o i tapinocefali simili al Moscope. I suoi resti sono stati rinvenuti in Russia.