Eriope (Eryops)

Nome: Eriope (Eryops megacephalus)
Era: Paleozoica
Epoca: Cisuraliano (Permiano inferiore)
Anni fa: 295 milioni
Gruppo: Tetrapoda > Temnospondyli > Eryopidae
Dieta: Carnivoro
Siti di ritrovamento: Nord America

Lunghezza massima: 2 m
Altezza massima: 0,5 m
Peso massimo: 100 kg

Eryops era un grosso Anfibio predatore vissuto all'inizio del Periodo Permiano, e più precisamente nell'Epoca che viene chiamata Cisuraliano. Possedeva un corpo che raggiungeva i due metri di lunghezza e il suo cranio poteva esser lungo fino a 60 centimetri. Quest’ultimo era piuttosto piatto e munito di numerosissimi denti conici. Era uno dei grossi anfibi meglio adattati alla vita fuor d'acqua, anche se le zampe, che uscivano orizzontali dal corpo e poi si piegavano di 90 gradi al gomito e al ginocchio, non erano forti come quelle dei rettili, per cui si muoveva facendo brevi passi. Quando nuotava, per la propulsione poteva usare la coda – sebbene non fosse grossa o particolarmente potente – mentre la posizione di occhi e narici gli permetteva di stare al pelo dell'acqua, posizione dalla quale poteva tendere agguati a pesci, anfibi e rettili di taglia inferiore alla sua. Si pensa che si nutrisse spesso anche sulla terraferma, sia di invertebrati terrestri, sia di quei pesci che rimanevano intrappolati ai margini di laghi e paludi durante la stagione secca. A sua volta, nonostante la mole, poteva venir predato da animali come Dimetrodon, ai vertici delle catene alimentari dell'epoca.
In Eryops, l'aria veniva pompata ai polmoni grazie a movimenti della bocca e della gola, dunque non con movimenti del costato che era robusto ma rigido. Essendo un Anfibio, per la riproduzione era legato all'acqua, dove deponeva uova molli e gelatinose come quelle delle rane e delle salamandre dei giorni nostri. Resti fossili sono stati rinvenuti in Texas, New Mexico e West Virginia.