Allosauro (Allosaurus)

Nome: Allosauro (Allosaurus fragilis)
Era: Mesozoica
Epoca: Giurassico superiore
Gruppo: Dinosauria > Theropoda > Allosauridae
Dieta: Carnivoro
Siti di ritrovamento: Nord America, Europa

Lunghezza massima: 9,5 m
Altezza massima: 4 m
Peso massimo: 2 t

L’Allosauro fu un grande carnivoro del periodo Giurassico, assai ben conosciuto grazie ai numerosi scheletri rinvenuti nei giacimenti degli Stati Uniti. Tali ritrovamenti comprendono decine di individui lunghi da meno di 1 metro a oltre 11 metri, e hanno permesso di ricostruire una tabella con i ritmi di crescita: l'animale raggiungeva la maturità in 13-19 anni e poteva vivere fino a un'età di 22-28 anni. Altri dati inusuali raccolti sugli Allosauri comprendono un elenco delle malattie che hanno lasciato traccia sulle ossa fossilizzate. L’andatura bipede era agevolata dalle robuste gambe, mentre le braccia munite di tre dita artigliate venivano utilizzate per afferrare la preda. Il cranio era robusto ma leggero, ornato da piccole creste ossee poste poco sopra e davanti agli occhi; la dentatura era costituita da una serie di denti appuntiti, piatti ai lati, seghettati e ricurvi, dei veri coltelli da carne adatti a ferire ripetutamente la preda. In questo modo forse poteva anche avere ragione dei grossi sauropodi, attaccandoli fino a che non erano sfiniti, debilitati dalle ferite. Allosaurus cacciava anche i grossi erbivori corazzati come il coevo Stegosaurus e, probabilmente, non disdegnava neppure le carcasse dei sauropodi già morti, come dimostrato dal ritrovamento di alcune ossa di Apatosaurus che recano tracce di morsi attribuiti per forma e dimensioni proprio ad Allosauri. L'elevata mortalità giovanile e le ferite presenti sulle ossa di molti esemplari fa pensare che spesso gli incontri tra allosauri fossero tutt'altro che amichevoli. Resti fossili di Allosauri sono stati rinvenuti anche in Portogallo, e forme affini sembra siano state presenti anche in Spagna e forse in Africa.