La palude

E' un ecosistema caratterizzato e condizionato dalla presenza di acqua. Nel parco, la palude della parte terminale del percorso è secondaria a una lanca (o mortizza o lago di meandro). Il meandro, tipica formazione fluviale planiziale, è un'ampia curva del fiume che subisce, nel tempo, una evoluzione.

Il meandro è in fase giovanile quando è ancora interessato dalla corrente del corso principale del fiume. La vegetazione in questo momento si insedia solamente sulle rive ed è costituita essenzialmente da Salici (Salix alba, S. purpurea, S. fragilis) e Carici (Carex riparia, C. acutiformis), in quanto l'imporsi della vegetazione acquatica è ostacolato dalla viva corrente. La maturità inizia quando avviene il fenomeno del "salto del meandro": durante le piene eccezionali i meandri possono essere tagliati fuori dal corso principale del fiume a seguito della formazione di un nuovo canale diritto.

Il meandro "saltato" è quindi sempre meno interessato dalla corrente principale e, per la ridotta velocità dell'acqua, predomina la deposizione del materiale in sospensione. Si ha così il passaggio dal tratto di fiume aperto ad un lago di meandro. Inizia, in questa fase, l'insediamento della vegetazione acquatica palustre propriamente detta, con presenza di Ninfee (Nymphaea alba), di Nannufaro (Nuphar luteum), di Nasturzio (Nasturtium officinale); nelle zone fangose periferiche si notano Tife (Tjipha latifolia), Canne palustri (Phragmites australis). L'evoluzione del meandro procede con l'interramento dovuto sia ai materiali depositati dal fiume, sia dalla sedimentazione organica spesso favorita anche dalla vegetazione presente. In questa zona ora si riscontrano pure cespugli di Salici (Salix alba), confinanti con il bosco.

La palude d'acqua dolce, presente nel parco, è in questo stadio evolutivo. Infatti cominciando dal centro della palude si distinguono:

- piante sommerse (Miriofillo, Utricolaria, Vallisneria)
- piante galleggianti (Lemma, Spirodela)
- piante con foglie galleggianti, ma radicate a substrato solido (Ninfea, Nannufaro)
- piante semisommerse (Scirpi)
- canneti (Tifa, Canna palustre)
- popolazioni di Carici (Carici sp. pl.)
- saliceto (Salici sp. pl.)
- foresta (querceto misto di latifoglie decidue).